Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘per’

I tuoi occhi brillavano ancora per me,
anche se vagavo solitario per terra e mare;
come quella lontana stella che vedo,
ma che non vede me.

Stamattina sono salito sulla collina nebbiosa,
ed ho percorso tutti i pascoli,
come brillava la tua forma lungo la mia strada
fra la rugiada dagli occhi profondi!

Quando l’uccello rosso spiegò le scure ali,
e mostrò il suo fianco acceso:
quando il bocciolo maturò in una rosa,
in entrambi io lessi il tuo nome.

Read Full Post »

Più che per te

niente piu’ alibi con me stesso
ho fatto bene
ho fatto bene
ho fatto bene cazzo
e allora perche’ il sangue batte al contrario dentro di me?
maledetta

oggi e ancora oggi
domani non arriva
voglio il domani
oppure voglio ieri
tempo vigliacco scorri
scorri come quando ero felice
SCORRI CAZZO!

tutto passa
forse passera’
ma adesso non passi
scansati da me ricordo
scordati di me maledetto serpente
quello e’ morto
e quello di adesso mi fa schifo.

ancora altre
ancora stupide
ancora il niente
almeno le ho fatte felici
domani capiranno
meglio subito
meglio si
meglio che non sia com’e’ stato per me
non mi hanno fatto niente

partito e tornato
ho conosciuto qualcuna che sembrava viva
invece aveva solo le corde come un manichino
perche’ mi sembrano tutte morte dopo di te maledetto serpente?

incredibile lo hai fatto.
lo hai spedito cosi’ per posta, senza una parola.
come sei tu… fredda come il ghiaccio.
incredibile.
mi vergogno… di averti amata… di averti cercata mille volte
di aver creato questa illusione
si perche’ adesso e’ chiaro
l’ho creata solo io
ma ti sfugge una cosa
come l’ho creata
posso ricrearla
e distruggerla
non la creero’ di nuovo
mi dispiace
si cammina in due
si cammina in due
si cammina in due
si cammina in due
stavolta le tue dannate insicurezze devi vincerle da sola
o sei morta per me
sono diventate solo una scusa
ora lo so
e’ troppo comodo
lanci il sasso e nascondi la mano
non cadro’ in quel gioco di nuovo
se è amore si alzera’
altrimenti era merda
e continuera’ a puzzare al suolo
non la voglio piu’ vicino al naso.

niente, neanche l’alcool funziona
neanche di piu’
mi sento in gabbia e non ci sono le pareti
forse e’ dentro di me. cazzo per forza e’ dentro di me.
e adesso come ci arrivo? con le pinze o con il pugnale?
potessi strapparmi il cuore come fanno i Klingon… a mani nude
starei meglio cazzo starei meglio…

grazie a tutti. che altro potete fare?
tagliatemi la gola, in un colpo solo.
basta aiutarmi… non lo merito
non so neanche aiutarmi da solo.

ci siamo ho toccato il fondo.
da qui alla prostituzione manca davvero poco.
tutto questo solo per … per cosa????
non era lei… neanche se sembrava… e poi sembrava?
beh vieni e gioca con me… tutto quello che ha perso lei prendilo tu
tanto altrimenti sarebbe perso.
pero’ basta… lo conosco il gioco della gattina e il topolino.
volevi fartene uno piu’ piccolo di 10 anni? fallo ma io non gioco…
finche’ mi ricorderai lei… saro’ tuo… non un attimo di piu’.

maledetto serpente neanche stanotte mi hai lasciato dormire…
sei un incubo
ormai sei solo un incubo
e se non dormo muoio
o vivo morendo
lasciami dormire
o se vuoi lasciami morire
ma vattene

morto
mi sento proprio morto
che cazzo
sono sudicio dentro e fuori
come cazzo ho fatto ad andarci
come mi riduco
come mi hai ridotto! maledetto serpente!
mi sono chiuso di nuovo nel mio mondo
dannato me
perche’ passione ti spegni?
noia maledetta
dove cazzo ti ho trovata?
voglio riportarti li e lasciartici per sempre.
ormai di te, serpente mio, non c’e’ piu’ traccia
se non dentro il sangue che batte,
e versa.
e versa.
e versa!
oggi ho scritto:ALITO DI VENTO

alito di vento
sboccia!
sii rosa
e nascondi le spine
sii fresco
e stavolta non portare il ghiaccio
dietro al tenue colore del sangue spento
respira della tua aria fresca
e fai scorrere di sangue resuscitato le mie vene
alito di vento
sboccia!
Leuconoe! insegnami
a te che Orazio ti onoro’ di usar lo scettro
insegnami a cogliere
dell’attimo
cio’ che muore
e cio’ che posso afferrare.

niente neanche l’ombra di te
tu puoi dimenticare come una macchina, come un computer
tu hai staccato la spina
hai spento il cuore
e ora lo riaccendi
e come se niente fosse tutto torna come prima
maledetta maledetta maledetta
vorrei saperlo fare anche io
ma non lo imparero’
sara’ sudicio e stanco
ma e’ ancora vero
il mio cuore battera’ ogni colpo
ogni istante per chi verra’ dopo di te
piu’ che per te
piu’ che per te

Simone Giuliani

Read Full Post »

Per amore

In questa notte stellata tu dormi amore mio, mentre io qui alla finestra
conto le stelle esprimendo desideri,cercando quelle parole
che mi diano conforto.
In questa notte stellata, ho udito una voce,
che parlava d’amore…..parole dolci sommesse
che solo il cuore poteva sentire…
sono sogni…che una musica culla
nel cielo infinito, io ho provato
a cantarla…..e ho ritrovato te!
jo

Apri gli occhi, guardati intorno, lo sò, c’è tanta falsità, tanta violenza.
Non lasciarti andare, ridi, ridi e non pensare.
I sentimenti sono stati rinchiusi in tanti sacchetti ermetici,
imprigionati e resi nulli. Il dolore è stato scacciato,
il cuore si è inaridito.Le donne intorno a te sembrano tanti vegetali,
tutte spente, tutti silenziose…
Ma c’è una luce in fondo a te stessa è la luce del suo amore
ed ogni giorno che passa è sempre più intensa…
ti sta per accecare e tu tenti di coprirti gli occhi..
Illuso…l’amore non si guarda, l’amore si percepisce
e tutto il tuo corpo è sensibile a questo meraviglioso sentimento.
Hai paura,
cerchi il silenzio, il buio ma il suo amore urla e brilla sempre di più.
Ormai sei esausto ti sei arreso…
ora, è Lei l’amore .
jo

Il vento inizia a giocare con i miei capelli si rincorrono sogni ormai svaniti.
Le foglie formano tanti cerchi intorno a me…
l’aria inizia a diventare pungente,
si scaglia contro la mia persona,
mi penetra negli occhi…
Una lacrima scende a solcarmi le guance,
fa freddo per strada, non c’è più nessuno…
solo io ed il vento.
Ecco, ora sono proprio solo
il vento si è placato e l’aria inizia ad accarezzarmi…
non è più fredda, non è più pungente,
non mi irrita più gli occhi..
e allora perchè continuo a piangere….
jo

Una stella che brilla solitaria
in una notte fredda e triste.
Una luna immobile osserva la terra,
che inesorabilmente continua a girare.
Una ragazza che dorme
cercando di sognare il suo amore…
Un raggio di luna illumina il suo viso
una lacrima che brilla…
una vita come tante…. era la mia stella il mio amore
jo

La bambina versava lacrime,
per alimentare il fiume della speranza.
Lo faceva per aiutare chi ormai non credeva più a nulla.
Diventata donna finì anche lei le sue lacrime…
ma c’era un’altro bambino,
che piangeva per gli altri, ora è un uomo
ma sa piangere e saprà piangere sempre per amore
jo

Read Full Post »