Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Come’

Silenzioso
come una foglia
che si schiude al sole,
profumato come un giglio
al suo compleanno,
più bello
di un narciso narcisista,
più sicuro
di un nido
su una quercia,
ricercato come la
fonte della giovinezza.

Narciso Shin

Annunci

Read Full Post »

Ti Amo senza sapere come

Ti Amo senza sapere come
ne’ quando ne’ da dove,
t ‘amo direttamente senza problemi ne’ Orgoglio
cosi’ ti Amo perche’ non so Amare altrimenti che cosi’
in questo modo in cui non Sono e non Sei,
cosi’ vicino che la tua mano sul mio petto e’ mia,
cosi’ vicino che si chiudono i tuoi occhi
col mio sonno …

È quando ti grava addosso il peso del tempo, quando
sopra le pagine del diario non sai più cosa scrivere
che le speranze scivolano di mano e il gelo ti entra nelle ossa.
Giacciono insieme sulla terra secca le cicatrici
e una storia consumata.
Ogni passo costa fatica il respiro è diventato sibilo.
Ti accorgi che sei rimasto con le mani vuote.
Ora ti trovi solo col tuo tempo tramutato in cenere.
Non importa che inventavi favole e hai scontato la vita
guidando un girasole con le mani.
Ormai più non brillano gemme nei tuoi occhi.
L’inverno adesso sale col suo ritmo quieto di pendolo
e voleranno via come foglie
le pagine rimaste intatte del tuo diario.
Prima che le porte si chiudano frusciando
e si dissolva, dietro, ogni miraggio l’ultimo atto sarà il tentativo
di catturare nello sguardo anche una scheggia soltanto
di sole.

Read Full Post »

Come un batuffolo rosa io ti vedo davanti a me.
Ti chiamo sempre più forte so che non puoi capire, i tuoi occhi mi fissano trapassandomi il cuore.
Avrei voluto dirti tante cose, quanto ti amo, quanto avrei voluto essere con te nelle tue gioie, nei tuoi pianti.

Avrei voluto sgridarti, baciarti, stringerti, difenderti.
Una gioia immensa vederti un giorno lontano piangere per amore,
vederti ridere per un fiore, e poi correre, gridare ,dormire, sognare.
Ora sei parte di quella grande luce, quella luce che illumina il mio cammino che un giorno mi porterà da te.

Perché ora non vuoi’? Sei tu o la mamma?
Perché stare fra le due sponde di un mare così grande.
Io qui da solo posso solo guardare in alto sapendo che mi aspettate,
sperare che mi amate che forse mi perdonate.
Ti prego angelo non dimenticarmi

(Jo “Angelo”94)

Read Full Post »